come vendere i tartufi? In qualche post precedente abbiamo parlato del periodo di raccolta dei tartufi, poi anche di come provare ad implementare una coltivazione di tartufi, usando terreni adatti, piante già micorizzate.

In qualche post futuro magari andremo un po’ ad investigare sull’addestramento dei cani da tartufo, ma oggi andremo a parlare di altro.

Oggi ci occuperemo della vendita dei tartufi.

Una parte, quella commerciale, non meno importante della raccolta dei tartufi, dacché capite bene che tanta fatica per trovare i tartufi se non sfocia in una vendita a buon prezzo degli stessi diventa, com’è intuibile, fatica sprecata e tempo perso che si sarebbe potuto impiegare altrove in maniera forse più produttiva.

Vendita tradizionale dei tartufi

Poniamo per ipotesi che abbiamo raccolto dei tartufi. Se son pochi non abbiamo molta scelta, dobbiamo trovare qualcuno che li venda sul serio e intascare quel che si può cercando, come detto sopra, e come dice anche il grande investitore Warren Buffett, di non perdere soldi.

Ossia di fare in modo che il tempo impiegato nella ricerca sia pagato con in più la giusta frazione di guadagno.

Ma non poniamoci dei limiti; ipotizziamo adesso che siamo noi a fungere da collettori per i tanti cercatori di tartufo.

Essi portano i tartufi raccolti da noi, li aggiungiamo ai nostri (dacché siam ricchi abbiamo anche una nostra tartufaia), li confezioniamo, all’interno dei nostri laboratori ne ricaviamo anche salsette e oliì al tartufo e li vendiamo.

A chi? I primi (i principali per non dire la quasi totalità) fruitori dei tartufi, quindi i nostri principali interlocutori nella vendita degli stessi, sono i protagonisti e gli attori della filiera enogastronomica.

Possiamo raggiungere queste imprese o attraverso i rappresentanti, alla vecchia maniera insomma, con tanta buona volontà, gente spigliata e pronta a farsi chilometri anche solo per ricevere un secco NO.
Oppure…

La vendita di tartufi online 

Parimenti ad altri settori, anche quello della vendita di tartufi può giovarsi delle capacità e dell’azione globale che il web può fornire.

Va detto che questo medium non pensiona i rappresentanti, ma li aiuta a rendere al meglio e ad arrivare più lontano e in minor tempo.

Spesso abbattendo anche i costi fissi e rendendo il prodotto più concorrenziale.

Nel caso della vendita di tartufi online è essenziale implementare azioni di web marketing, che partono con un sito o un portale e non finisco più.

Nel senso che periodicamente vanno apportate delle azioni per promuovere, in ogni parte del mondo, ergo buona regala sarebbe quella di avere un sito in più lingue e con messaggi promozionali mirati a seconda della nazione che si vuole aggredire,

Ma vale la pena provarci, la passione e la creatività, anche nella vendita dei tartufi, spesso paga ed eccome

 

 

La vendita dei tartufi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *