Gli ingredienti e la ricetta dell'olio tartufato Con questo post andremo oggi un po’ a vedere come fare l’olio tartufato.

Gli ingredienti sono semplici, bastano giusto il tartufo, dell’olio d’oliva extravergine e poco altro.

Importante è però la scelta del tartufo giusto. Noi ci sentiamo di consigliare, ovviamente, e laddove possibile, dei tartufi freschi.

Quale tipo di tartufo?

Ecco, va bene che siete dei Grandi di Spagna, ma visto che dobbiamo farne dell’olio, consigliamo, per le vostre tasche soprattutto, di non usare tartufi troppo pregiati.

Pulite per bene il tartufo, aiutandovi con utensili quali cucchiaini, coltelli o spazzolini e adagiate gli stessi tartufi in un contenitore che in seguito verrà riempito con acqua tiepida. lasciare riposare gli stessi in acqua per qualche minuto.

Indi, prendete i tartufi e fateli a scagliette sottili, usando e servendovi di un coltellino o di una grattugia.

Prendete le scaglie e lasciatele cadere in un recipiente di vetro; a questo punto aggiungete olio extra-vergine di oliva nella bottiglia e, a seconda dei gusti, qualche peperoncino piccante, di quelli secchi.

Quindi sigillate il tutto e tenete il contenitore di vetro così per un paio di settimane, meglio se in un ambiente asciutto e con poca esposizione alla luce, che potrebbe interferire con i processi in atto nel contenitore.

Ingredienti

  • Tartufo
  • Olio extravergine d’oliva
  • Peperoncino piccante (facoltativo)

Buon appetito

 

 

Olio tartufato
Tag:         

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *